Logopedia

  • Il termine “logopediaderiva dalle parole greche logos “discorso” e paideia “educazione”; alla base della professione logopedica c’è, quindi, la presa in carico dei disturbi della comunicazione umana.

    La comunicazione è quell’attività di vita quotidiana che permette lo scambio di messaggi tra due soggetti; sono molteplici i canali mediante i quali questa può realizzarsi, uno fra questi è il linguaggio, scritto e/ o orale.

    Il linguaggio è una funzione corticale superiore molto complessa che si sviluppa e matura sin dai primi anni di vita del bambino. Durante lo sviluppo si assiste all’acquisizione di competenze sempre più elaborate, come la scrittura e la lettura. Può succedere, però, che nel percorso di crescita si verifichino delle difficoltà, a vari livelli, che non consentano un adeguato sviluppo del linguaggio o la corretta acquisizione delle capacità di leggere, scrivere e far di conto.

    È qui che interviene la logopedia, quella branca della medicina che, all’interno di un’equipe multidisciplinare, si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione delle patologie a carico della parola, del linguaggio, orale e scritto, e dei deficit comunicativi. In particolare, nel nostro studio, vengono trattate, principalmente, le seguenti patologie:

    –        I disturbi del linguaggio (disordine fonologico, dislalie);

    –        I disturbi specifici dell’apprendimento (dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia);

    –        Le patologie di interesse foniatrico e otorinolaringoiatrico (deglutizione atipica).